Immagine Dove i frutti nasceranno

Dove i frutti nasceranno

16 ottobre 2018

Dove i frutti nasceranno” è l’opera realizzata da Olmo Amato, selezionato dalla Biennale MArteLive e premiato dalla Fondazione CON IL SUD per le arti visive. L’opera è esposta presso il Centro Polifunzionale Padre Pino Puglisi a Polistena (Rc). Nell’ambito della Biennale, la Fondazione ha premiato inoltre Guido Astolfi, che ha realizzato l’illustrazione per la manifestazione “CON IL SUD, PRIMA E DOPO #cambiareconcura”.

“L’idea nasce dopo aver visitato di persona il Centro polifunzionale Padre Pino Puglisi a Polistena e i terreni agricoli che interessano il progetto Mestieri Legali del Consorzio Macramè a Rosarno. Entrambi i luoghi hanno un passato di violenza e devastazione, di incuria e abbandono. Ho visto le foto dei terreni dopo la confisca, prima che venissero rimossi i rifiuti: era appunto una discarica, dove detriti portati dal fiume e rottami di ogni tipo erano lasciati lì, a inquinare. Dopo aver conosciuto gli operatori e i ragazzi coinvolti nel progetto e ascoltato i loro racconti, ho iniziato a raccogliere del materiale fotografico in loco con l’idea di realizzare un elaborato digitale a tema. In un secondo momento, ho integrato i miei scatti con fotografie dell’area prima degli interventi. L’obiettivo era di rappresentare uno sguardo nuovo su quel terreno, cercando di raccogliere in un’unica immagine la sua evoluzione nel tempo. Un’apertura tra gli arbusti che richiama le forme di un occhio ci indica un percorso, una prospettiva diversa dove rivolgere lo sguardo. In un campo aperto al di là dei rovi, dove prima vi era un suolo inospitale lasciato alle incurie, cresce un piccolo arbusto di limoni, una speranza destinata a crescere nel tempo e a donarci i suoi frutti. Quella natura, custode di memorie, ferita dalle tracce di un passato nelle mani della malavita è ancora in grado di raccontare una storia di cambiamento. Chi è in grado di vedere oltre è ancora capace di cambiare il corso degli eventi e riscrivere il racconto con un lieto fine. “Dove i frutti nasceranno” è un omaggio a tutti coloro che, in Calabria e nel resto di Italia, giorno dopo giorno, combattono faccia a faccia le mafie, vero cancro di questo Paese. Un augurio a chi, con entusiasmo ed energia, recupera e valorizza quei luoghi “maledetti” per restituirli alla comunità, che con la sua visione possa continuare ad aprire quel varco verso un futuro migliore, fatto di speranza, condivisione e armonia”.

Dove i frutti cresceranno, © Olmo Amato

Dove i frutti cresceranno, © Olmo Amato

Olmo Amato (Roma, 1986) si laurea in neurobiologia all’Università La Sapienza di Roma. Parallelamente agli studi universitari, si dedica alla fotografia e alla sperimentazione di tecniche di manipolazione digitale. Fotografo e videomaker, si occupa di stampa fine art, post-produzione e didattica. Nei suoi lavori, prevalentemente in bianco e nero, integra foto d’epoca a scatti da lui stesso realizzati durante suoi viaggi. Nel 2015, insieme a Samuele Sestieri, ha scritto e diretto il film “I racconti dell’orso”, selezionato al 33° Torino Film Festival e numerosi altri festival italiani ed internazionali. Nel 2018 è stato selezionato dalla Biennale MArteLive e premiato dalla Fondazione CON IL SUD per le arti visive.

Altre notizie che potrebbero interessarti.

Giovanni Minoli intervista Nicola Gratteri, foto di Elisa D'Arrigo

Un viaggio nella Calabria che “cambia con cura”

CON IL SUD PRIMA E DOPO. Cambiare con cura. Abbiamo accompagnato Fondazioni internazionali e corrispondenti della stampa estera a [...]

vai alla notizia

XI contest fotografico gratuito sul Sud Italia

CON IL SUD, PRIMA E DOPO #Cambiareconcura Contest fotografico gratuito sul Sud Italia XI edizione Scade il 16 novembre   Vogliamo [...]

vai alla notizia

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK